14 Settembre 2016

La storia dell'etichetta di Pinot Nero “Schweizer” di Franz Haas

#alto adige #arte #pinot nero

Forse per deformazione professionale ma sono sempre stata attratta dalle etichette dei vini di Franz Haas, colgo quindi l'occasione di fare un paio domande a Maria Luisa Manna, moglie di Franz.

E' vero che alcune etichette dei vostri vini sono state disegnate dall'artista Riccardo Schweizer?

<<Le nostre etichette sono state tutte disegnate dall’artista Riccardo Schweizer, ormai scomparso più di dieci anni fa. Alla fine degli anni settanta questo bravissimo artista, che eccelleva anche in campo architettonico, rifece completamente l’interno del ristorante di famiglia a San Michele all’Adige, e quindi s’instaurò un rapporto grande anche di amicizia, oltre che professionale.

Più avanti ebbi la fortuna di posare per lui e contemporaneamente  di conoscere  Franz, che  a suo tempo,  si parla del 1987, aveva da pochi anni preso in mano l’azienda di famiglia. Fu allora che chiesi  a Riccardo di disegnarmi dell’etichette da poter donare ad un vignaiolo molto particolare, e che dovevano esulare dalle solite classiche etichette che si usavano allora, ma che dovevano rimanere impresse negli occhi di chi le vedeva.

Direi che il risultato era quello che desideravo, a distanza di quasi trent’anni, risultano molto attuali e nella loro semplicità, sugli scaffali  delle enoteche e dei ristoranti si distinguono facilmente.

Franz scelse come prima etichetta da mettere sul Pinot Nero Schweizer annata 1987, la più semplice, quella che veste anche oggi questa bottiglia dal vino più amato da Franz, il Pinot Nero. Forse essendo proprio la più semplice, ancora oggi è quella che nella  semplicità di una scritta oro con il nome di colui che dal 1881 porta avanti l’azienda, è quella che cattura subito l’attenzione.

Usiamo la stessa etichetta con colori di base diversi: il Manna,  quello che considero “il mio vino” in argento, e versione oro per il Moscato Rosa.>>

Quindi chiamandolo "Pinot Nero Schweizer", possiamo dire che l'artista è andato oltre l'etichetta?

<<Il passaggio nel battezzare la nostra selezione di Pinot Nero  “Schweizer”  fu stata fatta dai nostri clienti. Proprio loro leggendo la firma in basso a destra di Riccardo, iniziarono a chiedere il Pinot Nero Schweizer, pensando che fosse il nome di fantasia del vino e non della firma dell’artista.  Automaticamente anche per noi divenne Pinot Nero Schweizer….e sarà per sempre così>>

Anche l'azienda Franz Haas sarà presente a Vino è il 12 e il 13 Novembre alla Stazione Leopolda di Firenze

A cura di Nadia Padrin

Un mondo di gusto
e passione!