10 Novembre 2016

Eccellenza nell'Oltrepò Pavese

Parlando dell'Oltrepò Pavese con Paolo Verdi...

L'Oltrepò Pavese è una zona di grande tradizione ed ottima vocazione vitivinicola eppure non molti produttori riescono, come voi, ad applicare appieno questo concetto di tradizionalità. Ce ne volete parlare?

La fortuna (e sfortuna) dell'Oltrepò Pavese è stata che negli anni 50 e per qualche decennio, Milano assorbiva tutta la sua produzione e, sinceramente, non si stava troppo a badare alla qualità, pochissimi produttori lo facevano. 
Noi e con noi qualche altro, tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli ottanta, abbiamo completamente svoltato pagina, capendo che la zona aveva, più che la tradizione dei grandi vini, la potenzialità per produrli. Non siamo, per fortuna, gli unici ad andare verso questa direzione e l'Oltrepo' è in grande fermento, le generazioni successive alla mia, i trentenni, per intenderci, sono molto orientati verso il cambiamento in qualità. 

Nella guida Slow Wine 2017 il vostro Pinot Nero Extra Brut Vergomberra 2011 ha ottenuto il riconoscimento di "Grande Vino", ve lo aspettavate?

No, non avevamo questa presunzione, però la cosa mi rende, personalmente, molto fiero perché ho iniziato a fare metodo classico nel 1981. Avevo poco più di 18 anni, avevo iniziato a lavorare con mio padre e volevo creare qualcosa che non era mai stato fatto in azienda (prendendo spunto da mio cugino, che, già negli anni sessanta, ne produceva una minima quantità solo per gli amici). 
Per me, dunque è stata una sorta di palestra: ho iniziato a vinificare in bianco e poi a spumantizzarlo. Ora sono trascorsi trentacinque anni ma è solo da una decina d'anni che abbiamo una qualità costante, con un'accelerazione negli ultimi quattro, cinque anni e pensiamo che ci siano ancora margini di miglioramento.
Siamo arrivati, per questo vino, a 50 mesi sui lieviti e a produrlo a dosaggio zero.

Il  Pinot Nero Extra Brut Vergomberra 2011 sarà in degustazione sia al loro stand, sia alla degustazione in inglese di domenica alle 13,00.

Troveremo Cantine Bruno Verdi in compagnia degli altri produttori presenti alla manifestazione Vino è.

A cura di Nadia Padrin.

(Foto: Azienda Agricola Bruno Verdi.)

Un mondo di gusto
e passione!