10 Novembre 2016

Un Chianti Colli Fiorentini a otto mani

Da dove nasce il nome dell'Azienda?

Il nome dell’azienda deriva dalle nostre otto mani, usate per potare, raccogliere e svolgere qualsiasi operazione manuale nei vigneti e nelle olivete. 
L’etichetta è stata sviluppata partendo da un disegno basato sulla reale immagine delle nostre mani, elemento imprescindibile. 
L’azienda è situata ad Impruneta (circa 15 km a sud di Firenze), dove sono ubicati anche i nostri vigneti e olivete.

A quali principi di coltivazione vi ispirate?

Lavorando con vitigni autoctoni e utilizzando tecniche di coltivazione e vinificazione biologiche-biodinamiche, abbiamo deciso, fino dall’inizio, di non utilizzare ne' antiparassitari chimici di sintesi ne' concimi chimici e di operare esclusivamente con metodi agronomici sostenibili per l’ambiente. 
L’importanza che l’azienda attribuisce alla parte agronomica del processo e alle tecniche enologiche naturali consente la produzione di olii e vini dalle alte qualità organolettiche, risultanti dall’unione di pratiche moderne e tradizionali.

Quali sono i vostri prodotti più rappresentativi?

L’azienda propone tre vini rossi, un bianco e una vendemmia tardiva:

I due IGT Il Canaiolo assieme al Sangiovese, rappresentano il fiore all'occhiello della nostra gamma, vini che necessitano di adeguato affinamento in cantina per poter esprimere tutto il loro potenziale.

Troveremo Azienda Agricola Ottomani in compagnia degli altri produttori presenti alla manifestazione Vino è.

A cura di Giovanni d'Alessandro.

(Foto: Azienda Ottomani.)

Un mondo di gusto
e passione!