28 Ottobre 2016

Il Moscato di Saracena secondo Giuseppe Calabrese

Giuseppe Calabrese, direttamente da Saracena un piccolo comune situato nella parte settentrionale della provincia di Cosenza, in Calabria.

Giuseppe, raccontaci un po' della storia della tua azienda.

<<Mia nonna mi ha lasciato 3 piccolissime vigne. In tutto 4 ettari compresa quella impiantata da me. Vendevo l’uva e producevo poco vino per l’autoconsumo. Da qualche anno ho affittato un fermentino in una cantina del mio territorio e produco poco più di 4.000 bottiglie di rosso, 2.000 di bianco,pochissime di Moscato di Saracena secondo il metodo tradizionale. Insieme al vino produco anche olio extra vergine di oliva da varietà autoctone “verace” e “forasana”.>>

Per chi non conosce il Moscato di Saracena, cosa é la cosa tipica di questo vino?

<<Il moscato è un vino del passato in cui ancora si usa la tecnica ancestrale della bollitura per concentrarne il mosto. È un vino che è il frutto di una tecnica particolare: un mosto concentrato a cui si aggiunge un mosto fresco dato dalla pigiatura a mano degli acini appassiti del Moscato di Saracena. La sua particolarità è la grande acidità che riesce ad esprimere che ne tempera la dolcezza rendendolo molto bevibile e mai stucchevole.>>

Sarà possibile degustare i vini di Giuseppe Calabrese a Vino è il 12 e il 13 Novembre alla Stazione Leopolda di Firenze. Prenota ora il tuo biglietto: http://vinoe.it/#nav-acquista

A cura di Katarina Andersson

Un mondo di gusto
e passione!