17 Ottobre 2016

Da Napoli alla Maremma, il Montecucco Sangiovese di Basile

#montecucco #sangiovese #toscana

Siamo andati a trovare Giovanbattista Basile nella sua azienda nel bel mezzo delle operazioni di vendemmia 2016, un annata che definisce "straordinaria".

Giovanbattista, ti sei trasferito con la tua famiglia da Napoli in Toscana e hai creato la tua azienda nel 1999, quando hai acquistato un terreno rimasto incolto per trent’anni nel Comune di Cinigiano (GR) in Toscana, zona di produzione del vino Montecucco DOCG. Perché hai scelto proprio questa zona per far nascere la tua azienda?

<<Il caso ha voluto che venissi a vivere in questa zona, seguendo mia sorella Elena che nel 1990 ha aperto una bellissima struttura agrituristica.
Sempre il  caso mi ha fatto trovare nel posto giusto al momento giusto! La DOC Montecucco era appena nata ed io, sentendo che c'erano enormi potenzialità, ho acquistato questi terreni, abbandonati da 30 anni, nel 1999. La posizione era ideale, i terreni anche, la natura ha fatto il suo corso permettendomi di creare vini di alta qualità>>

Cosa caratterizza il Sangiovese della zona del Montecucco?

<<Dipende soprattutto da come viene trattato: se gli dai i giusti tempi di invecchiamento e di affinamento, non è lontano dal Brunello di Montalcino. La qualità in vigna viene quasi da sola, visto che già naturalmente abiamo rese di produzione molto basse.

Anche l'essere alle pendici del Monte Amiata, ma anche vicini al mare, ci aiuta, climaticamente ad avere uve di grande qualità, persino in annate diffcilissime come il 2014.

Lo stile dei vini Montecucco può variare da zona a zona e da produttore a produttore, ma il minimo comune denominatore è la ricerca di un Sangiovese che si esprima al meglio>>

Sarà possibile assaggiare i vini di Basile alla Stazione Leopolda di Firenze il 12 e il 13 Novembre durante la manifestazione Vino è. Prenotate ora il vostro biglietto a prezzo scontato: http://vinoe.it/#nav-acquista

A cura di Bianca Ciatti

Un mondo di gusto
e passione!