24 Settembre 2016

La freschezza dei vini di Lamole: intervista a Susanna Grassi

#Chianti Classico #lamole

In una giornata un po' grigia che precede il periodo di vendemmia mi sono inerpicato fino a Lamole, a trovare la mia amica Susanna Grassi dell'azienda i Fabbri per farci raccontare qualche dettaglio di questo piccolo terroir del Chianti Classico dal carattere molto particolare.

Siamo in compagnia di Susanna Grassi, siamo a Lamole, anzi, più precisamente a Casole, sua piccola frazione, e visto che non tutti conoscono questo piccolo territorio molto particolare del Chianti Classico la prima domanda che rivolgo a Susanna è: “In cosa si caratterizza il terroir di Lamole?”

<<Grazie per la domanda, Lamole, e Casole, è conosciuta come il “tetto del Chianti”. Già con questa definizione credo che siano chiare le caratteristiche dei vini e del territorio. Quindi circa il territorio parliamo di altezze importanti, ad esempio vigne che sono sopra i 600m s.l.m., parliamo di freschezza, parliamo di complessità aromatica, parliamo di bouquet meravigliosi. Quindi i vini che facciamo qui, in questo piccolo comprensorio sono circa 100 ettari vitati, sono tutti accomunati da grande freschezza e grande complessità aromatica, sono dei vini da gustare, veramente.>>

E la tua azienda, I Fabbri appunto, come si colloca in questo territorio, quali sono i tuoi prodotti e quali sono le peculiarità dei tuoi vini?

<<I miei vini sono dei Chianti Classico assolutamente tradizionali e assolutamente tipici perchè amiamo smodatamente questi profumi, amiamo questa freschezza e sono sempre in evidenza. Quindi i vini de I Fabbri sono vini che si bevono molto bene e che sono riconoscibili per queste caratteristiche.>>

Perfetto, ti ringrazio Susanna e ricordo a tutti che Susanna con i suoi vini sarà presente alla Stazione Leopolda a Vino è il 12 e 13 Novembre a Firenze. Grazie.

<<Grazie, sarà un mio piacere e spero di conoscervi e vi aspetto numerosi. Grazie tante.>>

A cura di Lorenzo Sieni

Un mondo di gusto
e passione!